E’ sempre più diffusa l’attenzione verso la salute orale dei bambini.

La dentizione della serie decidua (i cd. denti da latte) inizia intorno ai sei mesi ed è completa intorno ai due anni e mezzo – tre. Già in questa fase è importante portare il bambino presso uno studio odontoiatrico per un controllo, soprattutto per far sì che il piccolo paziente abbia la possibilità di approcciare e familiarizzare con l’ambiente odontoiatrico in uno stato di salute e quindi di totale serenità.

Il bambino, così, avrà modo di appurare che farsi controllare la bocca dal dentista non è un evento da vivere con ansia e paura, ma quasi un gioco in cui si instaura tra il bambino ed il medico un rapporto positivo che getta le basi per una futura relazione di fiducia.

Durante questo primo incontro si spiega l’importanza dell’igiene orale, tempi e modalità, avvalendosi di modelli dimostrativi e facendo esercitare il bambino all’uso corretto dello spazzolino che gli verrà regalato insieme al dentifricio.

Le visite andranno poi programmate ogni sei mesi per monitorare la situazione.

Durante i controlli si verificherà l’eventuale presenza di carie, di infiammazione gengivale, il corretto svolgimento della permuta dentale e la configurazione delle basi ossee.

Vi sono infatti alcune malocclusioni che è bene intercettare il più precocemente possibile, anche se la maggior parte delle terapie ortodontiche correttive si svolgeranno durante le fasi finali della permuta denti, cioè intorno agli 11 anni.

E’ opportuno che ligiene quotidiana venga praticata dal bambino anche se molto piccolo in modo che acquisisca gradatamente nel tempo la corretta manualità; allo stesso tempo però è fondamentale che ci sia la supervisione dei genitori al fine di controllarne la corretta esecuzione almeno fino all’età di 7/8 anni.

Allo Studio Smorto-Sbardella, la Dottoressa Maria Elvira Sbardella segue la salute orale dei bambini con grande esperienza e competenza da oltre 30 anni.